<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=2213921&amp;fmt=gif">

DAC6: Cosa cambia con il Coronavirus

Le conseguenze causate dalla pandemia COVID-19 potrebbero avere un impatto diretto sull’entrata in vigore del DAC6: attraverso un comunicato stampa infatti l’Unione Europea ha proposto di posticipare di tre mesi alcune scadenze riguardanti lo scambio di informazioni ai sensi della Direttiva sulla Cooperazione Amministrativa, nota anche come DAC6.

I gravi effetti causati dall’emergenza pandemiologica COVID-19 ostacolano infatti il rispetto tempestivo degli obblighi da parte degli intermediari o delle persone fisiche/giuridiche di comunicare quei “meccanismi transfrontalieri” alle autorità.

Oltreutto incidono negativamente sulla capacità delle amministrazioni fiscali degli Stati membri innanzitutto di recepire e legiferare sulla base della direttiva ed in secondo piano di raccogliere ed elaborare i dati previsti. Per questo, l’Unione Europea ha ritenuto necessario rinviare il termine per lo scambio di informazioni proponendo le seguenti tempistiche:

  • Modificare la data di inizio del periodo di 30 giorni per la segnalazione transfrontaliera dal 1° luglio 2020 al 1° ottobre 2020
  • Modificare la data di notifica dei meccanismi transfrontalieri "storici" (ossia meccanismi che sono diventati notificabili dal 25 giugno 2018 al 30 giugno 2020) dal 31 agosto 2020 al 30 novembre 2020.

Considerando l'attuale incertezza sull'evoluzione della pandemia COVID-19,  l'iniziativa proposta prevede anche la possibilità di prorogare ulteriormente le date della direttiva a dipendenza dei futuri sviluppi sia economici che pratici. Si ricorda, peraltro, che ad oggi solo 19 Stati hanno recepito e legiferato e solo la Polonia è già operativa da un punto di vista di comunicazione alle autorità; in Italia, invece, solo il 29 gennaio scorso, il Consiglio dei Ministri si è riunito ed ha approvato in esame preliminare il decreto legislativo relativo all’attuazione della DAC 6. 

Il Gruppo Fidinam

Per maggiori informazioni sull’evoluzione della normativa e per ricevere assistenza specializzata nell’implementazione degli adempimenti previsti dal DAC6 in tema di scambio di informazioni, i nostri esperti in Svizzera e in Italia sono a vostra disposizione per assistervi con una consulenza mirata.

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail