DAC6: a che punto siamo?

La Direttiva Europea 2018/822/UE (c.d. DAC 6) in tema di scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale, impone nuovi obblighi di comunicazione alle Autorità fiscali da parte di intermediari e professionisti che vengano a conoscenza, nello svolgimento della loro attività, di meccanismi transfrontalieri fiscalmente aggressivi. 

La DAC 6 è stata adottata dal Consiglio Europeo il 25 maggio 2018 e le sue diposizioni diverranno applicabili con decorrenza il 1 luglio 2020. Entro il 31 dicembre 2019 gli Stati membri saranno tenuti a recepire nei rispettivi ordinamenti le disposizioni comunitarie. Quanto all’Italia, nel luglio 2018 il
Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato lo schema di decreto legislativo, ma da allora non è stato adottato alcun provvedimento definitivo. Anche l’Agenzia delle Entrate si sta attivando per rendere operativa la procedura.

Ma cosa comporterà il recepimento della Direttiva?

In pratica, professionisti e intermediari saranno obbligati a comunicare le operazioni transnazionali che presentino specifici elementi di rischio di potenziale elusione fiscale. In assenza di intermediari, l’obbligo ricadrà sul contribuente.
La comunicazione dovrà essere effettuata entro 30 giorni dal momento in cui l’operazione è pronta per l’attuazione o è stato dato inizio alla sua implementazione e riguarderà retroattivamente anche le operazioni poste in essere a decorrere dal 25 giugno 2018.
A parte i parecchi dubbi sulle modalità pratico operative a cui saranno chiamati gli operatori, il provvedimento in esame impone una riflessione più profonda su quanto i nuovi obblighi rispettino i principi di una sana ed integra tax compliance.

 

Questo articolo è tratto dalla Newsletter Fiscale a cura di Fidinam Italia.  La Newsletter Fiscale Fidinam Italia è un appuntamento mensile destinato agli operatori della piazza tributaria e fiscale italiana con approfondimenti, notizie di settore e commenti alla recente giurisprudenza da parte dei nostri esperti.

Per ricevere l'edizione integrale e rimanere sempre aggiornati sui temi di protezione e pianificazione patrimoniale, fiscalità dell'arte, fiscalità domestica e internazionale, iscrivetevi al form qui di seguito.

Ricevi gli aggiornamenti via e-mail